A Scuola di Impresa – Challenge 2021

PROGETTO “A SCUOLA D’IMPRESA”
FINANZIATO DALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE GIOVANILI ED IL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE, NELL’AMBITO DELL’INIZIATIVA PROMOSSA DA UPI AZIONE PROVINCEGIOVANI ANNO 2020. CUP NR. G33D21001020001.

Dalla Cina con furore: conosciamo le future imprenditrici Liyu e Gioia

Continuiamo a conoscere meglio i corsisti impegnati nello sviluppo delle loro idee imprenditoriali nella nostra Scuola d’Impresa!

 

Oggi è la volta di ascoltare la storia di due studentesse molto dotate, entrambe decise a sviluppare la loro idea imprenditoriale capace di rendere il futuro di noi tutti un po’ più… smart! 

Ma andiamo per ordine.

 

Cominciamo da Liyu Jin: cinese, classe 2003 e una vera predisposizione per l’informatica.

Conoscendola meglio scopriamo che la sua prima passione è stata l’arte, ma poi la giovane ragazza ha scelto di studiare all’I.T.T.S. Pascal Comandini di Cesena, dedicandosi alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Sfogliando il suo curriculum, scopriamo che Liyu si è addirittura classificata seconda con il suo team in uno Smart Camp dedicato all’impiego dell’Intelligenza Artificiale e Internet of Things al concetto di sostenibilità. 

 

La sua lista dei desideri per il futuro è lunga, e include una laurea in Design della Comunicazione al Politecnico di Milano, un lancio con il paracadute e sessioni di surf e skateboard. Oltre, ovviamente, allo sviluppo imprenditoriale della sua idea. Eppure Liyu si definisce una ragazza normale, semplice: “Finora la mia vita può essere descritta tutta casa e scuola”, ci racconta, “Mi impegno a mantenere un andamento scolastico medio-alto per il senso di responsabilità nei confronti di me stessa futura. In poche parole, cerco di tenere sotto controllo la mia vita ed avere in mano il potere di scegliere e non quella di essere scelta”. Insomma: se non lo avete capito, Liyu è davvero una ragazza determinata. Un requisito niente male per una giovane startupper!

 

Liyu Jin condivide i suoi progetti (nonché i banchi della nostra Scuola d’Impresa) con la connazionale Gioia Zheng

 

Anche Gioia nasconde dietro i suoi studi di informatica all’I.T.T.S. Pascal Comandini un’autentica passione per l’arte. La ragazza viene abituata dal padre artista a visitare mostre e musei fin da piccola. In Cina vince addirittura dei premi per i suoi disegni, mentre in Italia è stata per 3 anni bassista in un’orchestra nella zona di Forlì-Cesena. 

 

A quanto pare l’arte non le basta: Gioia, infatti, aggiunge alle sue velleità artistiche e ai suoi impegni di studio una carriera diplomatica: “Attualmente sono la rappresentante di classe: un’esperienza stimolante e molto utile, perché mi insegna a gestire il rapporto con gli altri”. I suoi punti di forza, in effetti, sono calma, gentilezza e forte senso di responsabilità. Un altro aspetto, quindi, che la accomuna a Liyu, con cui costituisce davvero una squadra imbattibile!

 

Ma a che costa staranno lavorando le due ragazze?

Il loro sogno è quello di sviluppare una tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale che permetta a tutti noi di organizzare al meglio gli appuntamenti negli uffici pubblici, ottimizzando la gestione del tempo. 

 

Non diremo di più, se non che è un’idea che potrà davvero rivoluzionare il modo in cui ci approcciamo ai nostri impegni quotidiani. E noi siamo molto curiosi di conoscere gli sviluppi!